Maschere Viso e Corpo: A Cosa Servono e Quali Scegliere

Le maschere viso e corpo rappresentano oggi un trend sempre più in voga sui social network, attraverso foto e video delle applicazioni dei prodotti.

Selfie dimostrativi a parte, oggi entriamo nel dettaglio per capirne di più, come piace fare a noi del Cypris Mag.

Se vuoi scoprire i diversi tipi di maschere, a cosa servono e quale maschera scegliere per la tua pelle, continua a leggere.

Maschere Viso e Corpo: non solo questione di bellezza

Le maschere viso e corpo sono da sempre una tipologia di prodotto a cui affidare molte speranze in termini di efficacia dei trattamenti cosmetici.

In breve, le maschere di bellezza sono delle preparazioni cosmetiche da applicare sul viso o sul corpo e possono svolgere diverse funzioni a seconda dei principi attivi contenuti nel preparato.

Diversificandosi dalle altre tipologie di prodotti cosmetici come creme, sieri, mousse, scrub e altre, le maschere hanno la particolarità di permettere un rilascio graduale degli attivi contenuti nelle preparazioni, differenziandosi per l’azione assorbente spesso dovuta alla presenza di polveri all’interno delle formule.

È possibile, così, utilizzare maschere cosmetiche con diverse funzioni.

Eccone alcune:

  • funzione anti-age,
  • funzione disintossicante,
  • funzione rinnovatrice di cellule,
  • funzione sbiancante,
  • funzione lenitiva,
  • funzione nutriente,
  • funzione riparatrice,
  • funzione rilassante,
  • funzione idratante,
  • funzione esfoliante,
  • funzione opacizzante,
  • funzione purificante.

È evidente che, a seconda delle sostanze contenute nelle maschere viso e corpo, è possibile raggiungere una funzione cosmetica piuttosto che un’altra.

In generale, l’aspetto più importante su cui puntare ancora l’attenzione è che le maschere per il viso contengono un’alta percentuale di principi attivi e mediante il loro rilascio graduale permettono un ottimale assorbimento delle sostanze funzionali contenute nella formula.

Occorre però scegliere la giusta maschera non solo per la funzione che il prodotto è deputato a svolgere, ma anche a seconda delle esigenze della pelle.

Maschere di bellezza: quale maschera scegliere?

A grandi linee, le pelli più giovani possono optare per una maschera con principi attivi che assorbono l’eccesso di sebo, mentre le pelli più mature possono preferire maschere nutrienti e idratanti ricche di principi attivi, che svolgano una funzione anti-age, da abbinare ad altrettante creme specificamente indicate per la funzione che si intende raggiungere.

Ci sono anche maschere per la couperose che contengono sostanze protettive dei capillari e lenitive, oppure maschere defaticanti e decongestionanti arricchite da Acido Ialuronico e dalla Vitamina C per svolgere un’azione antiage e tonificare la pelle.

Posto che la funzione delle maschere è sempre quella di favorire l’assorbimento graduale dei principi attivi contenuti nel prodotto, si possono scegliere diverse tipologie di maschere, le quali rispondono ad utilizzi e necessità differenti.

Tra le varietà di maschere le più importanti sono

  • maschere cremose;
  • maschere in tessuto;
  • maschere a gel;
  • maschere peel off;
  • maschere a base di fanghi ed argille.

MASCHERE CREMOSE

Le maschere cremose, come la Hyaluro Filler Mask di Cypris, sono fra le maschere maggiormente utilizzate in ambito anti-age.

Si tratta di formulazioni in emulsione o pasta che vengono applicate sulla pelle e lasciate in posa per un periodo di circa 10-15 minuti.

Le formule delle maschere cremose sono solitamente analoghe alle emulsioni utilizzate per le creme cosmetiche con l’aggiunta di polveri unitamente a specifici principi attivi e necessitano la rimozione meccanica con acqua del prodotto che residua dopo la sua asciugatura sulla pelle.

MASCHERE IN TESSUTO

Le maschere in tessuto, come l’Adaptive Mask di Cypris, sono dette anche “sheet mask”, maschere la cui applicazione è consentita da un microtessuto sagomato il quale viene imbevuto in un siero ad altissima concentrazione di sostanze attive da applicare sull’intera parte del viso, ad eccezione degli occhi e del collo.

Le maschere in tessuto garantiscono un’ottimale azione occlusiva che inibisce l’evaporazione dell’acqua sulla superficie della pelle, aumentando così sia l’azione idratante, sia il flusso di penetrazione transepidermica delle sostanze funzionali contenute nel prodotto.

A ciò si aggiunga che tali tipi di maschere si applicano e si rimuovono facilmente, senza necessità di dover risciacquare via il prodotto, lasciando così agire a lungo il siero applicato sulla pelle.

MASCHERE IN GEL

Le maschere in gel sono particolarmente apprezzate per le sensazioni di immediata freschezza ed istantanea idratazione della pelle.

Le maschere in gel sono caratterizzate da un basso residuo oleoso e permettono un rapido assorbimento e una particolare facilità di pulizia della pelle con semplice acqua per rimuovere la parte residua di prodotto dopo l’asciugatura del preparato sulla pelle.

Tale tipo di composizione si è rivelata ottimale per la preparazione della Era Gold Black Mask di Cypris, caratterizzata dalla presenza di carbone vegetale e dall’arricchimento di microparticelle d’oro ad alta funzione antiossidante, a cui sono stati coniugati specifici peptidi dalla funzione miorilassante.

MASCHERE PEEL-OFF ALGINATI

Le maschere Peel-off sono le classiche maschere a base di alginati, derivati da alcune tipologie di alghe, le quali si miscelano con sostanze acquose e gelificano sulla pelle diventando gommose.

Per la preparazione occorre mescolare la polvere con una specifica soluzione acquosa, formando così un preparato che si lascia agire per alcuni minuti. Una volta che il prodotto si asciuga sulla pelle, occorre rimuovere con delicatezza e con un gesto unico lo strato di prodotto applicato.

Tali tipi di maschere, però, non sono indicate a chi ha la pelle molto sensibile o capillari fragili, in quanto la loro rimozione può risultare aggressiva per alcune tipologie di pelle.

Notevole, invece, è l’effetto idratante, grazie alla completa occlusione della pelle, a cui si aggiunge l’azione leggermente esfoliante, tendente a rimuovere le cellule morte e le impurità dell’epidermide.

MASCHERE PEEL-OFF VINILICHE

Le maschere Peel-off viniliche sono formulate con alcol polivinilico o polimeri simili e formano una pellicola molto sottile che tende a rimanere plastica.

Tali tipi di formule possono essere utilizzate in ambito professionale per ottenere l’effetto di estrarre i comedoni, ossia il sebo dai pori dilatati.

È molto importante modulare bene l’applicazione del polimero per non asportare via lo strato più superficiale della pelle.

Sebbene la maggiore adesività del polimero alla pelle comporta un maggiore effetto esfoliante, la minor quantità di acqua in tale tipo di preparazione comporta un minore effetto idratante.

MASCHERE ARGILLE E FANGHI

Le più remote tipologie di maschere sono le preparazioni a base di fango o argilla, le quali si seccano con l’evaporazione dell’acqua. Una volta rimosse, svolgono una significativa azione abrasiva, rimuovendo così le cellule morte della pelle.

In linea generale, comunque, si consiglia di fare uso di maschere viso o corpo mediamente due volte a settimana, a completamento di un trattamento cosmetico mirato in base alle necessità della propria pelle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.